SPAZIO ai (Se.DicI) Giovani

Appuntamento conclusivo del progetto “Se.dici giovani”, promosso dall'Associazione culturale Mastronauta e vincitore del Bando Giovani dalla Fondazione Comunitaria V.C.O.

Si aprono le 16 Stanze create dai giovani omegnesi presso Mastronauta

Inaugurazione Sabato 11 Giugno ore 21 - ingresso libero

Dopo l'avventurosa ricerca di 16 giovani (a)tipici della città e la coinvolgente successiva fase di laboratorio, sabato 11 giugno si aprono le porte delle rispettive 16 stanze da loro stessi create all'interno dello spazio Mastronauta.

Dalle ore 21, ad ingresso libero, si potrà accedere all'inedita installazione collettiva che ha preso forma nei suggestivi locali dell'Associazione e conoscere o comprendere gli interessi, le passioni e le a.tipicità dei partecipanti.

Durante la serata i visitatori potranno assistere anche all'anteprima del video racconto “16 (giovani) mm” diretto da Francesco Lillo incentrato sui ricordi dei ragazzi legati a un determinato luogo della città da loro scelto.

L' intrattenimento musicale sarà invece curata da Migma Collective, interessante e dinamica realtà con base tra Omegna e Verbania che promuove musica e linguaggi espressivi contemporanei. Per l'occasione hanno ideato la performance “Fresh Fish Live Set” in cui si avvicenderanno giovani creativi del territorio.

L'esposizione sarà visitabile sino al 10 Luglio su appuntamento.

Da non perdere sarà infine l'aperitivo in programma Venerdì 8 Luglio alle ore 19 in cui sarà presentato il catalogo del progetto in cui confluiranno i doppi ritratti fotografici realizzati da Alessandro Balossi ad ogni partecipante: il primo scatto ritrae i giovani nei loro rispettivi spazi vuoti prima che ne iniziassero la trasformazione; il secondo invece mostra solo lo spazio così come da loro immaginato ed allestito. Inoltre in tale occasione sarà presentata al pubblico la versione integrale del video racconto “ 16 (giovani) mm”.

Ecco le 16 stanze ideate e create dai 16 protagonisti del progetto "Se.dici giovani" ritratte da Alessandro Balossi.

Il primo scatto mostra lo spazio scelto dal giovane con lui presente prima che ne iniziasse la trasformazione, nel secondo invece il giovane non è presente, ma nello spazio è presente tutto il suo mondo.

Durante la serata di apertura i visitatori hanno potuto votare il loro spazio preferito. Ora il sondaggio continua anche su FB (pagina MASTRONAUTA OMEGNA), ogni like è uguale a un voto, al massimo esprimete 3 preferenze, votate votate votate!

..e se siete indecisi venite a vedere la mostra in occasione dei prossimi incontri pubblici oppure scriveteci per accordare una visita su appuntamento.

PS: gli spazi preferiti (sia dal Pubblico che su Fb) saranno mantenuti e vissuti sino a fine anno.

Abdou

src='http://www.mastronauta.it/files/carlotta.jpg' width='600' height='400' />
Carlotta


CCR


Elia


Erik


Federica


Geremia


Laura


Letizia


Martina


Sara


Siaka


Timothy


Vichi


Ylenia

In concomitanza con la mostra “Spazio ai (SeDici) Giovani” sono stati inoltre organizzati due aperitivi speciali

Venerdì 8 Luglio, alle ore 19, in occasione della presentazione del catalogo del progetto è stata allestita un'esposizione del progetto fotografico curato Alessandro Balossi, che ha realizzato un doppio ritratto ad ogni partecipante: il primo scatto ritrae i giovani nei loro rispettivi spazi vuoti prima che ne iniziassero la trasformazione; il secondo invece mostra solo lo spazio così come da loro immaginato ed allestito. Inoltre è stata proiettata la versione integrale del video racconto “ 16 (giovani) mm” diretto da Francesco Lillo incentrato sui ricordi dei ragazzi legati a un determinato luogo della città da loro scelto.

Anteprima del video racconto “16 (giovani) mm” diretto da Francesco Lillo incentrato sui ricordi dei ragazzi legati a un determinato luogo della città da loro scelto.

ed ecco La versione integrale:

Domenica 10 Luglio, alle ore 18, è stata ospitata la compagnia teatrale pakistana "I RAGAZZI DEL VILLAGGIO" che ha proposto lo spettacolo "Yousak Khan e Sherbano" canzoni, danze, storie e profumi del Pakistan. Il comune di Cossogno ospita da alcuni mesi una comunità di giovani ragazzi che arrivano dal Pakistan. In questo semplice ma divertente spettacolo hanno offerto un pezzo della loro antica cultura.


Scarica qui il
catalogo che racconta tutto il progetto.

ECCO i SeDici GIOVANI!
Selezionati per partecipare al progetto “Se.dici giovani”, promosso dall'Associazione culturale Mastronauta e vincitore del Bando Giovani dalla Fondazione Comunitaria V.C.O.

Le ricerche sono iniziate a Marzo con l'Intento di reclutare 16 giovani tra i 16 e i 25 anni che vivono, studiano o lavorano ad Omegna da coinvolgere in un percorso creativo a.tipico finalizzato a dar forma a un evento espositivo incentrato sui loro interessi, le loro passioni, i loro luoghi.

I promotori del progetto, con la loro postazione mobile, sono apparsi nelle vie del centro, nella discoteca Kelly Green, al Liceo Gobetti, alI'Istituto Dalla Chiesa di Omegna e dopo un intenso mese di ricerche e tante candidature raccolte hanno selezionato i 16 partecipanti.


Il gruppo include studenti delle scuole superiori, ragazzi omegnesi in trasferta universitaria a Milano, Torino e Pavia, ragazzi già inseriti nel mondo del lavoro e due ospiti del centro profughi della città. Infine un posto è stato assegnato al gruppo del CCR (consiglio comunale dei Ragazzi), un'interessante realtà animata da un vivace gruppo di ragazzi che, seppur di età inferiore ai 16 anni, ben rappresentano i prossimamente giovani.

Nella fase di laboratorio, ogni partecipante è stato invitato dal proprio tutor a raccontare il suo spazio privato, il suo territorio, i luoghi frequentati ed immaginare e dar forma al proprio luogo ideale. Per il primo incontro ognuno di loro è partito da casa con 5 oggetti personali importanti o importantissimi.... i primi mattoni con cui costruire il loro spazio all'interno dei locali di Mastronauta.

Il tutto confluirà in un evento espositivo pubblico in programma sabato 11 Giugno 2016 che sarà un’occasione inedita per conoscere i giovani attraverso installazioni e narrazioni da loro stessi suggerite e create.