scarica il programma qui

UFO Art&Sound Festival
Un'esperienza "ALTRA" tra suoni, arti e visioni.

25 Agosto > 22 Settembre 2019
Omegna - Lago d'Orta

U.F.O. – Unidentified Festival Omegna - promuove la commistione interdisciplinare tra musica elettronica, video arte e performance offrendo esperienze ALTERnative ed uniche interconesse al territorio che ne potenzino identità e attrattività .
Il progetto, attivo dal 2017, si fonda sulla felice collaborazione tra due realtà locali:
- Mastronauta, vivace centro artistico attivo ad Omegna dal 2001 che promuove forme di socialità creativa e presiede allo sviluppo di attività inerenti l’arte e la cultura con precisi focus sugli aspetti più vari del linguaggio del contemporaneo;
- Migma Collective, realtà giovanile con base Verbania che sviluppa progetti negli ambiti dell’ entertainment audio-visivo, mescolando cultura, divertissement e nuove forme espressive.
La terza edizione (2019) è stata concepita come una lungo viaggio con diverse tappe accomunate dall’intento di esplorare il concetto di ALTER attraverso diverse forme artistiche : “Sentirsi alieni a casa propria, sentirsi alieni per strada, nei locali, nel proprio paese. Capita spesso di pensare di “essere fuori” dal mondo, dalla societa’, dal sistema e di essere diverso da tutti gli altri, ma in fondo siamo tutti alieni, ognuno è l’altro. L’unica differenza è che qualcuno ci pensa ed altri no.”

Dopo il primo ciclo di eventi svolti tra aprile e luglio la manifestazione entra nel vivo in vista del gran finale di fine estate.
Si inizierà con due appuntamenti esito del programma residenziale promosso da UFO rivolto ad artisti italiani che operano nell’ambito delle arti performative ed agiscono nella sfera pubblica.

Domenica 25 Agosto sarà presentato il progetto “rOmegna Mia” by PARSEC, progetto performativo che lavora sia in contesti urbani che in sala, concentrandosi sulla relazione tra performance, luogo di azione e video, sul concetto di assurdo e sull’ambiente clubbing. Dalle 18 inizierà la performance urbana itinerante, dalle 22 sarà replicata indoor presso gli spazi di Mastronauta. Si tratterà di un intervento che prevede di coinvolgere il pubblico in balli di gruppo con attitudine da riviera, ma con una potente distorsione sonora realizzata in collaborazione con il musicista elettronico Bienoise.
Le artiste del collettivo invitano a partecipare ricordando che “Il ballo non è impegnativo, fa parte di una coscienza collettiva che appartiene “ab origine” (per tradizione) ad ogni partecipante. E’ un ballo della massa e proprio la massa è ciò che lo qualifica, rendendolo linguaggio. Chiunque partecipi, possiede il ballo.”
rOmegna Mia prevede infine il coinvolgimento dei ragazzi partecipanti allo scambio europeo “ culture dance steps” by Erasmus + ospitati da Mastronauta dal 19 al 27 Agosto per un progetto dedicato ai balli popolari tradizionali delle nazioni partecipanti: Italia, Romania, Turchia, Poland, Croazia.


Domenica 1 Settembre invece sarà protagonista ELISABETTA CONSONNI - coreografa e performer - che proporrà “IL SECONDO PARADOSSO DI ZENONE”, una parata lenta condotta nei panni di un astronauta, camminatore lento per definizione.
La performance vuole essere un invito a godere e scoprire la propria città, non solo in termini di movimento, ma soprattutto di percezione e di riappropriazione dei propri spazi di vita quotidiana.
“La lentezza non è un limite quando permette di guadagnare in profondità, riflessività e qualità delle relazioni.“
La slow motion parade attraverserà la città per tutto il pomeriggio, poi dalle ore 22 approderà al Mastronauta e dialogherà con la performance sonora della musicista elettronica Giulia Tosi.

Il Festival proseguirà il 20, 21 e 22 settembre con un intenso ultimo weekend che si propone di offrire un’esperienza “altra” tra suoni, arte, visioni.
Tra gli appuntamenti previsti:
•UFOkids, giornata interamente dedicata ai più piccoli con laboratori creativi, teatro e scuola di Circo
•Industrial Soundscape Vol3 – terzo capitolo del progetto performativo che rievoca il passato ad altissima densità industriale della città di Omegna con un inedito processo di valorizzazione della memoria in chiave contemporanea.
•MoSTRONA – esposizione dedicata agli artisti del territorio
•UFODAZED - La serata dedicata ai suoni, agli artisti ed alle community che si ritrovano sullo stesso dancefloor per 240’.
--------- Il programma completo verrà svelato prossimamente--------Keep tunes

UFO is a concept curated by MIGMA Collective & Mastronauta Omegna
Support by Funder35 & Fondazione Comunitaria Vco



*