Mastronauta è una realtà no-profit indipendente e multidisciplinare che dal 2001 presiede allo sviluppo di attività inerenti l’arte e la cultura con precisi focus sugli aspetti più vari del linguaggio del contemporaneo, dal design, alla musica, passando per una lente di eccellenza quale la residenza per artisti CARS Cusio Artist Residency Space - www.carsomegna.com.

Con base ad Omegna (lago d'Orta), nell’ex fonderia FARO, la sede dell’Associazione è un felice esempio di archeologia industriale riconvertita in luogo di grande fermento socio-culturale ed artistico i cui locali sono a disposizione di chiunque necessiti di un spazio-laboratorio per momenti di creazione e ricerca personale o collettiva.

Negli anni sono stati organizzati e promossi numerosi corsi, workshop, esposizioni, residenze per artisti, eventi e rassegne favorendo forme di socialità alternativa e la pratica delle discipline artistico-creative.

Nel triennio 2012–2014 l'Associazione è stata partner del progetto “Per Fare Un Albero...” promosso dalla Cooperativa Kaleidoscopio e sostenuto da Fondazione Cariplo nel settore della coesione sociale. Mastronauta ha ideato e curato “Omegna.doc”, azione di narrazione e documentazione del territorio articolata in laboratori fotografici, cine-concorso, indagine popolare, azioni performative ed esposizioni. Nel triennio è stato inoltre attivato il progetto performativo “Born to play”, curato da Ambra Pittoni, fondato sull’identità ludica rodariana di Omegna con la finalità di riconsegnare alla comunità sociale gli elementi su cui ricostruire il proprio senso di appartenenza, attraverso lo stimolo e lo sviluppo del Gioco e del Giocare.
Negli stessi anni prende forma anche “Mastro Magnetico” volto a promuove l’incontro tra discipline di diversa d'elezione (arte visiva e teatrale), conducendo ad un'inedita rappresentazione che nasce dal dialogo tra gli artisti, lo spazio e la sua storia con produzione di uno spettacolo teatrale site-specific e di un laboratorio di self-publishing.

Dal 2014, due volte l’anno, gli spazi di Mastronauta accolgono anche il Baratto – libero scambio di vestiti e piccoli oggetti – che ripropone il valore del ri.uso in risposta al progressivo impoverimento socio-economico.
Nel 2015 l'associazione si è aggiudicata il bando Giovani promosso dalla Fondazione Comunitaria del VCO con il progetto “Se.Dici Giovani” avviando nel 2016 la ricerca e la selezioni di 16 giovani Omegnesi successivamente coinvolti in un percorso creativo in cui hanno immaginato e creato, all'interno dei locali di Mastronauta, il loro spazio ideale.

Dal 2010 è invece attivo il progetto CARS (Cusio Artist Residency Space) che opera nella promozione e divulgazione della cultura artistica contemporanea sul territorio del VCO. Nelle prime 7 edizioni ha accolto 91 artisti in residenza promuovendo 32 eventi tra cui numerose mostre allestite presso aree industriali ed ospitate da prestigiosi spazi espositivi del territorio: Palazzotto di Orta (Orta San Giulio), Villa Giulia (Verbania Pallanza), Museo Biumi Innocenti (Verbania Pallanza), Museo Tornielli (Ameno). Tale attività ha permesso di sviluppare specifiche competenze di accoglienza, gestione e curatela oltre l'attivazione di un positivo e diffuso interscambio con il territorio.
Il progetto CARS, co.diretto da Lorenza Boisi e Andrea Ruschetti, è stato incluso nella mappatura nazionale del luoghi del contemporaneo stilata dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la mappatura e la promozione della rete dei luoghi dell'arte contemporanea in Italia e si è aggiudicato negli anni i bandi di Fondazione Comunitaria del VCO (2010, 2012, 2014, 2015), Compagnia San Paolo (2013), Fondazione Cariplo (2011). Inoltre grazie al sostengo di Fondazione CRT (2014, 2015, 2017) ha donato alla Città di Omegna l’opera dipinta “V” di Simone Tosca, sita nel Lungo Nigoglia a cui si è aggiunta nel 2017 l’installazione scultorea “Il tuo nome è per sempre” di Giacomo Lion collocata presso il Parco Lamberto e nel 2018 l'opera di arredo urbano "RACCONTAMI" di Oscar Turri presso una terrazza panoramica a lago.

Nel 2016 L’associazione vince il Bando FUnder 35 rivolto alle organizzazioni culturali composte in prevalenza da under 35 e impegnate principalmente nell’ambito della produzione artistica/creativa ed avvia un significativo e progressivo mutamento delle logiche organizzative e gestionali con lo scopo di verificare e attivare nuove forme di sostentamento quali la raccolta fondi, la valorizzazione delle attività, la progettazione dei servizi potenziando la comunicazione e massimizzando la partecipazione.
In tale prospettiva, grazie anche al sostegno del Comune di Omegna, vengono attivate nuovi iniziative con prospettiva di sviluppo triennale:
-INDUSTRIAL SOUNDSCAPE : progetto che rievoca il passato ad altissima densita' industriale della citta' di Omegna con un inedito processo di valorizzazione della memoria in chiave contemporanea.
-VIDEO FIABE : concorso per autori di storie animate incluso tra le sezioni del Festival della letterature per ragazzi G.Rodari
-MOSTRONA: Esposizione collettiva
-FESTIVAL UFO: rassegna dedicata ai talenti emergenti della musica elettronica, video arte e performance
-Co.STUDIO per artisti, studenti e creativi con annessa una biblioteca di settore con libri d’arte in consultazione

Nel corso del 2017 si avvia la collaborazione con la municipalità di Ameno per l’organizzazione di mostre presso il prestigioso Museo Tornielli e viene vinto il bando Hangar Point (5° ed.), servizio formativo promosso da Hangar Piemonte a sostegno delle associazioni piemontesi.

Nel 2018 l’Associazione riceve in affidamento i servizi museali del MIDeC – Museo Internazionale Design Ceramico di Cerro di Laveno, mentre nel mese di giugno firma una convezione con l’Università del Piemonte Orientale – dipartimento studi per l’impresa e l’economia. Inoltre si aggiudica il finanziamento della Chiesa evangelica Valdese per il progetto "la Creatività per la Pace".

Nel 2019 elabora per il comune di Omegna il progetto Movimento Creativo che grazie al sostegno della dipartimento alle politiche giovanili della Regione Piemonte permette l’attivazione di un nuovo luogo d’incontro per giovani 15-19 anni per un’esperienza di creazione collettiva interdisciplinare. Ottiene inoltre un contributo per il progetto Culture Dance Steps partecipando per la prima volta al PROGRAMMA COMUNITARIO ERASMUS+:YOUTH IN ACTION promosso dall'Agenzia Nazionale per i Giovani.

In quasi 18 anni di attività Mastronauta ha radicato una propria identità distintiva che non ha eguali nel territorio provinciale sia per longevità che per vivacità e varietà delle proposte. Elementi peculiari sono l'offerta multi-disciplinare e lo spirito artistico che caratterizza l'identità dello spazio, delle attività e dei suoi promotori.

L'operatività di Mastronauta non veicola proposte preconfezionate, ma agisce a sostegno dei fermenti artistici e creativi, stimolando i processi di ideazione e creazione e generando un impatto culturale e sociale che sia durevole e valevole per il territorio.

Un ulteriore elemento di innovazione risiede sulla natura originaria e motivante della nascita del progetto: un lavoro di artisti per artisti, finalizzato ad una trasmissione diretta della fenomenologia culturale che non sia mediata da forme istituzionali consuete. Questa natura fluida e molto soggettiva, ma costante e persistente del progetto ha permesso negli anni di avvicinare fasce di pubblico su un territorio restio ad abbracciare politiche culturali sperimentali ed innovative, generando ed assicurando un continuo e proficuo rapporto con istituzioni di vario ordine, volontari, privati, imprese, artisti e figure storiche del territorio. Frequenti, infine, sono anche le attività laboratoriali rivolte a soggetti svantaggiati (anziani, disabili intellettivi), a fasce protette (migranti, donne straniere) oltre che percorsi di mediazione culturale specificatamente dedicati agli allievi delle scuole primarie e secondarie del territorio.

***

The art and cultural hub of Omegna since 2001, Mastronauta is an independent centre for cultural programming that fosters the growth and practice of artistic and creative activity through courses, workshops, exhibitions, artist residencies, events, festivals and alternative social experiences.

The Mastronauta building, that was the erstwhile FARO foundry, is a great example of the metamorphosis of staid industrial architecture into a structure that nourishes socio-cultural and artistic practices and energies, is open to all contemporary interpretation, and that provides the citizens of Omegna with a space for creative realisation and personal or collective research.

In almost 18 years of activity Mastronauta has rooted its own distinctive identity that has no equal in the area both for longevity and for liveliness and variety of proposals. Peculiar elements are the multi-disciplinary offer and the artistic spirit that characterizes the identity of space, activities and its promoters.

The operation of Mastronauta does not convey pre-packaged proposals, but acts in support of artistic and creative ferments, stimulating the processes of conception and creation and generating a cultural and social impact that is durable and valid for the territory.

A further element of innovation lies in the original and motivating nature of the project: a work of artists by artists, aimed at a direct transmission of cultural phenomenology that is not mediated by customary institutional forms. This fluid and very subjective, but constant and persistent nature of the project has allowed over the years to bring together groups of public on a reluctant territory to embrace experimental and innovative cultural policies, generating and ensuring a continuous and fruitful relationship with institutions of various orders, volunteers, individuals, businesses, artists and historical figures of the territory.
Often we even promote workshop activities addressed to disadvantaged people (elderly, disabled people), protected groups (migrants, foreign women) as well as cultural mediation courses specifically dedicated to students in primary and secondary schools in the area.

Since 2010, we lead the project called CARS (Cusio Artist Residency Space), which operates in the promotion of contemporary artistic culture in the territory. In the first 7 editions we welcomed 91 artists in residence promoting 32 events including several exhibitions set up in industrial areas and hosted by prestigious exhibition spaces in the area: Palazzotto di Orta (Orta San Giulio), Villa Giulia (Verbania Pallanza), Biumi Innocenti Museum ( Verbania Pallanza), Museo Tornielli (Ameno).
The CARS project, co.directed by Lorenza and Andrea Ruschetti, awarded the calls of the Community Foundation of the VCO (2010, 2012, 2014, 2015), Compagnia San Paolo (2013), Fondazione Cariplo (2011). Moreover, thanks to the support of Fondazione CRT (2014, 2015, 2017), we donated to the City of Omegna three public art works installed in the central part of the city.

In 2016 the association won the FUnder 35 call for the cultural organizations composed mainly of under 35 and mainly engaged in artistic / creative production, then we have initiated a significant and progressive change in the organizational and management logics with the aim of verifying and activating new forms of livelihood such as fundraising, enhancement of activities, cultural services, enhancing communication and maximizing the participation.

In 2017 we have started the collaboration with the municipality of Ameno (NO) for running exhibitions at their prestigious Tornielli Museum.

In 2018 the Association is managing the MIDeC - International Ceramic Design Museum in Cerro di Laveno (VA), while in June we signs a convention with the University of Eastern Piedmont - the department of studies for business and the economy.

eccoci in modalità superbrainstorming;)


Qui sul divano invece Elena Bini e Andrea Ruschetti, i Fondatori, sempre presenti since2001
(foto di Alessandro Balossi