Scarica qui il bando della seconda edizione di "mille9cento20 VideoFiabe", concorso per creatori di animazioni e narrazioni visive contemporanee promosso da Mastronauta e il sostegno di Funder35 per il Festival di letteratura per ragazzi Gianni Rodari.
L’iniziativa, che ha l'obiettivo di promuovere e valorizzare autori italiani in ambito video e animazione, prevede l'attivazione della categoria “VideoFiabe” a fianco delle 3 sezioni fondative del Premio Rodari: Albi illustrati, Fiabe e filastrocche e Rappresentazioni Teatrali.
Il premio verrà consegnato durante il Festival, che nel mese di Ottobre, ogni anno, la città di Omegna dedica al suo illustre concittadino, il nome del concorso “mille9cento20 VideoFiabe", ” è dedicato all'anno della sua nascita (1920).

Per questa nuova edizione “mille9cento20 VideoFiabe", Video Fiabe” si propone inoltre di promuovere fuori concorso una selezione dedicata alla storia dell’animazione italiana con particolare riferimento alla produzione che le aziende Omegnesi (es. Bialetti - Omino con baffi, Lagostina- La Linea, Girmi) hanno realizzato negli anni ’50 e ’60 per il Carosello contribuendo significativamente alla diffusione del genere

La seconda edizione del concorso prevede due categorie: OVER 18 e UNDER 18.
Per entrambe le sezioni possono partecipare sia autori singoli che gruppi. Per la categoria UNDER 18 sono inoltre accettate opere realizzate da classi scolastiche.
L'application deve avvenire tramite invio esclusivamente a mezzo posta elettronica a info@mastronauta.it entro e non oltre la deadline delle ore 23.59 del giorno 20 giugno 2018.


“Creatività è sinonimo di “Pensiero divergente”, cioè capacità di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza. È “creativa” una mente sempre al lavoro, sempre a far domande, a scoprire problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti, a suo agio nelle situazioni fluide nelle quali gli altri fiutano solo pericoli, capace di giudizi autonomi e indipendenti (anche dal padre, dal professore e dalla società), che rifiuta il codificato, che rimanipola oggetti e concetti senza lasciarsi inibire dai conformismi. Tutte queste qualità si manifestano nel processo creativo. E questo processo – udite! Udite! – ha un carattere giocoso: sempre.”


(Gianni Rodari, Grammatica della fantasia)